Stefano Sensi si prende ancora la copertina. Per l'ex Sassuolo, altro giro e altra serata di grazia, da primo della classe. Dopo Lecce e Cagliari, il numero 12 nerazzurro risulta decisivo anche contro l'Udinese. "La pausa delle nazionali non ha fatto svanire l’effetto magico - sottolinea la Gazzetta dello Sport -. Sensi è ormai una realtà meravigliosa del nostro calcio e lo ha dimostrato anche con l’Italia. Ma se sulla qualità e l’estro nessuno aveva mai avuto dubbi, quello che colpisce di più in questi primi mesi nerazzurri sono la maturità e la personalità. Stefano vuole sempre la palla, anche nelle situazioni più complicate. E poi cerca la giocata in verticale, dove può far male all’avversario. Lo ha fatto ancor di più ieri sera, grazie alla nuova posizione in campo disegnata da Conte per lui. Più vicino a Lukaku e alla porta avversaria quando l’Inter è in possesso di palla, a far coppia con Politano alle spalle del belga per giocare di sponda con lui e cercare l’imbucata vincente a ridosso dell’area".

VIDEO - GABIGOL INCANTA IL BRASILE: GOL STUPENDO AL SANTOS

Sezione: Focus / Data: Dom 15 Settembre 2019 alle 08:27 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print