Andrei Radu alla Roma? Difficile. È vero che l'estate scorsa i giallorossi avevano chiesto, oltre a Nicolò Zaniolo, proprio l'estremo difensore romeno in contropartita per Radja Nainggolan. Radu piaceva moltissimo all'allora direttore sportivo giallorosso Monchi, che - non a caso - lo sta facendo seguire in queste settimane anche in chiave Siviglia (c'era un emissario andaluso a Marassi in occasione di Genoa-Juventus). 

POSIZIONE ROMA - Dalla Capitale invece - secondo quanto raccolto da FcInterNews - filtrano secche smentite all'ipotesi di prendere Radu in prestito per un anno dai nerazzurri. Una operazione definita no-sense per un club come la Roma, che non fa la succursale di un'altra big valorizzandone un talento senza avere possibilità di rilevarne poi il cartellino. Tantomeno i capitolini pensano a scambi in caso cessione di Lorenzo Pellegrini, al quale è stato offerto il rinnovo fino al 2023. Se andrà via, sarà solamente per una scelta del ragazzo visto che può ricorrere alla clausola rescissoria da 30 milioni (pagabili in due tranche da 15). Come vi abbiamo già raccontato (LEGGI QUI), il centrocampista classe 1996 fa gola e parecchio a Inter e Milan (lui stesso oggi ha parlato di 'certe dinamiche' in ballo). Ipotesi quindi da scartare quella circolata in queste ore e che vedrebbe il portiere nelle vesti di pedina di scambio, visto che l'Inter riscatterà Radu per 12 milioni dal Genoa e intende puntarci. 

MOSSE INTER - Subito o dal 2020? Questo l'interrogativo in Corso Vittorio Emanuele. Meglio per Radu un'annata da dodicesimo crescendo all'ombra di capitan Samir Handanovic o una stagione ancora da titolare. Magari in prestito al Genoa che lo terrebbe volentieri o all'estero per maturare esperienza internazionale. Tutti nodi da sciogliere e che verranno affrontati nella prossime settimane, visto che Radu ora vuole concentrarsi su un solo obiettivo: salvarsi con il Genoa.

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - DANILO, IL TRENO BRASILIANO DELLA FASCIA DESTRA

Sezione: Esclusive / Data: Ven 19 Aprile 2019 alle 21:35
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print