C'è uno spettatore molto interessato alla querelle tra Mauro Icardi e l'Inter: il suo nome è Fabio Paratici. Il dirigente della Juventus è un grande estimatore del goleador argentino da anni e l'estate scorsa aveva già provato a portarlo a Torino, offrendo 40 milioni più il cartellino di Gonzalo Higuain. Proposta respinta al mittente direttamente da Maurito e Wanda Nara, che all'epoca non prendevano minimamente in considerazione l'ipotesi di un trasloco. Adesso però lo scenario è cambiato e la Juve è pronta a tornare alla carica per vestire di bianconero il centravanti di Rosario.

OFFERTA - Quello juventino è più di un semplice interesse. In Corso Galileo Ferraris, infatti, hanno preparato già la bozza dell'offerta da sottoporre a Icardi: un quinquennale da 8 milioni netti a stagione a salire nel corso dei cinque anni. Ovviamente poi i bianconeri dovrebbero sedersi al tavolo con l'Inter, perché - è bene ricordarlo - la clausola rescissoria da 110 milioni di euro (valida dall'1 al 15 luglio) è esercitabile solo da un club estero. La Juve, però, al momento non sembra preoccupata in quanto potrebbe mettere sul piatto uno scambio con Dybala per avvicinarsi alle richieste dell'Inter, anche se da Corso Vittorio Emanuele fanno sapere che, a oggi quantomeno, non è considerata una cessione dell'ex capitano ad un'altra formazione italiana. 

RAPPORTO MAURO-INTER - Nessuna novità invece in vista del derby. Maurito continua ad allenarsi a parte, convivendo con il problema al ginocchio e la sua intenzione resta quella di operarsi nelle prossime settimane come anticipato nei giorni scorsi da FcInterNews. Un dolore fastidioso e nei confronti del quale - dopo essere stato detronizzato da capitano - non intende più stringere i denti, come fatto in passato in parecchie circostanze. D'altronde Icardi - a torto o a ragione - non si è sentito supportato da società e allenatore, ma anzi ha vissuto la vicenda delle ultime settimane come un pretesto per scaricarlo e metterlo sul mercato. Nessun segnale distensivo e di pace né dal club (intenzionato a non restituire la fascia al centravanti) né dal giocatore (ritiene ingiusta la perdita della fascia da capitano per la quale non ha mai ricevuto una comunicazione ufficiale e vorrebbe una riabilitazione mediatica di Wanda), fermi in queste ore ognuno sulle proprie posizioni. Per questo, salvo clamorosissimi colpi di scena (possibili solo con un forte ingresso in scena di Zhang), l'Inter andrà avanti senza il suo numero 9...

VIDEO - TRAMONTANA DALLA FURIA ALLA GIOIA: "CHIAMA" IL CAMBIO PER GAGLIARDINI, MA AL 2-0...

Sezione: Esclusive / Data: Mar 12 Marzo 2019 alle 19:38
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print