esclusive

FcIN – Calhanoglu-Inter, blitz che spiazza il Milan: ieri mattina l’offerta nerazzurra, sì del turco al telefono

FcIN – Calhanoglu-Inter, blitz che spiazza il Milan: ieri mattina l’offerta nerazzurra, sì del turco al telefono

Un contropiede da manuale quello di Beppe Marotta e Piero Ausilio che lasciano senza parole il Milan e regalano a Simone Inzaghi l'erede di Christian Eriksen, il cui futuro da calciatore appare in bilico (ma la partita più importante,...

Redazione FcInterNews.it

Un contropiede da manuale quello di Beppe Marotta e Piero Ausilio che lasciano senza parole il Milan e regalano a Simone Inzaghi l'erede di Christian Eriksen, il cui futuro da calciatore appare in bilico (ma la partita più importante, quella con la vita, l'ha già vinta e conta quello...). Giovedì pomeriggio l'agente Gordon Stipic aveva offerto all'Inter Hakan Calhanoglu, un nome già proposto a marzo e bocciato allora da Antonio Conte. A Inzaghi invece il turco non dispiace e rivede in lui caratteristiche alla Luis Alberto. Venerdì l'Inter non si sbilancia e prende tempo per valutare l'opzione Calha, che nel frattempo - secondo quanto filtra da ambienti Milan - continuava a tenere aperta la porta al rinnovo con i rossoneri procrastinando al termine dell'avventura a Euro 2020 ogni tipo di decisione. Paolo Maldini e Frederic Massara - convinti che al di là del Qatar il giocatore non avesse reali alternative di livello ai Diavolo - da tempo hanno però deciso di non accettare giochi al rialzo e restano fermi sulle proprie posizioni: rinnovo quadriennale da 4 milioni a stagione più bonus. Offerta che non convince il centrocampista che vuole di più. E non cambia idea.

L'apertura di ieri mattina dei nerazzurri in tal senso diventa decisiva: Calhanoglu dopo la gara contro la Svizzera accetta telefonicamente la corte interista. Un blitz in piena regola tanto che domani sarà già tempo di visite mediche. Mossa perfetta per l'Inter che - al di là delle voci pessimistiche cederà a breve Radja Nainggolan al Cagliari e pure Joao Mario - trova un alter ego di Eriksen a zero euro (di cartellino). Operazione perfetta. E cifre ben più basse di quelle circolate nelle ultime ore (non guadagnerà 6 milioni netti, per intenderci). D'altronde era una questione di principio: Calha chiedeva di più al Milan (anche solo 500 mila euro netti più ricchi bonus) e ha trovato una soluzione di alto livello con l'Inter. L'incastro giusto (per turco e nerazzurri) al momento giusto. Il resto saranno le classiche polemiche stagionali destinate a infiammare il derby tutto l'anno.