"L’algoritmo non può essere una soluzione. Come può considerare 'l’imprevedibile' che è alla base del calcio?". I dubbi di Beppe Marotta, riportati dalla Gazzetta dello Sport, sono quelli condivisi dalla quasi totalità dei club di Serie A relativamente all’algoritmo indicato dal presidente federale Gabriele Gravina come strumento per determinare la classifica finale del campionato in caso di stop definitivo. Il 'piano C' della Figc non è piaciuto quasi a nessuno: c’è chi, come l’Inter e il Bologna, non esita a dirsi pubblicamente contrario, chi si è limitato a farlo in canali “privati” e chi non riesce proprio a dare un parere, perché i contorni dell’algoritmo restano troppo vaghi.

Lascia perplessa la Beneamata anche il 'Piano B', quello dei playoff e playout da far partire in caso non si riesca a chiudere la stagione regolarmente. "Siamo assolutamente contrari a qualsiasi soluzione alternativa che non sia quella di finire il campionato o cristallizzare la classifica - precisa l'ad nerazzurro -. Se non si potrà chiudere il campionato è perché sarà ripartita l’epidemia, e allora non vedo come si possano giocare playoff e playout. Mentre l’algoritmo non è una soluzione: come può considerare “l’imprevedibile” che è alla base del calcio? Meglio considerare la classifica fino a quel punto". 

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - MATHEUS CUNHA, CHE MAGIE IN VERDEORO

Sezione: Copertina / Data: Lun 01 giugno 2020 alle 08:20
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print