"L’Inter e il Flamengo hanno già chiuso la loro partita per Gabigol. Il club carioca s’è impegnato a versare 18 milioni di euro e a lasciare al club nerazzurro una percentuale sulla rivendita che oscilla tra il 20 e il 25%. Ma per considerare concluso l’affare occorre anche il sì del giocatore, che (al momento) non ha ancora l’intesa per il nuovo contratto. Quindi tutto resta in sospeso, ma il pallino ormai è passato in altre mani e ora come ora non sono in piedi trattative alternative". Questo quanto scrive stamane la Gazzetta dello Sport su un affare che porterebbe nelle casse nerazzurre cash fresco.

La speranza dell'Inter è che Gabigol continui a segnare come sta facendo ormai da mesi, in modo da accrescere ancora il suo valore e poi trovare spazio in un campionato di maggior prestigio rispetto a quello brasiliano, con ulteriore incasso. "Tanto più che l’Inter a bilancio può iscrivere una plusvalenza di almeno 6 milioni di euro e mettere in cassa le risorse per pensare ad eventuali interventi sul mercato di gennaio - si legge sulla rosea -. Il budget interista deve sempre fare i conti con i rigori del fair play finanziario e le prossime settimane saranno importanti per dare un ordine alle priorità tecniche. Nei radar della società (d’intesa con Conte) c’è soprattutto il centrocampo, ma è presto per indicare una strada rispetto ad altre. Sotto esame il rendimento in particolare di Vecino e Gagliardini. Perché, in ogni caso, per pensare ad un arrivo va messa nel conto una partenza".

Sezione: Copertina / Data: Sab 19 Ottobre 2019 alle 08:45 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print