Dopo il Mondiale, Joao Mario tornerà alla Pinetina ma, con ogni probabilità, sarà solo di passaggio in attesa di una nuova sistemazione. Difficile trovare un club disposto a spendere tanto per il portoghese: "Pesa ancora troppo sul bilancio nerazzurro l’acquisto per 44 milioni effettuato nell’estate del 2016, quando Suning aveva puntato sui consigli di Kia Joorabchian fiondandosi su Joao e Gabigol e commettendo due clamorosi passi falsi - ricorda Tuttosport -. Per non mettere a bilancio una minusvalenza, i nerazzurri sanno che Joao Mario non può essere venduto per meno di 32 milioni, cifra alta, per ora. Non è da escludere, invece, che il portoghese possa uscire ancora una volta in prestito, stavolta però con obbligo di riscatto fissato a quota 25 milioni almeno. Per questo in corso Vittorio Emanuele tiferanno ardentemente Portogallo al Mondiale: se Joao giocasse da protagonista con la Nazionale, il mercato del giocatore potrebbe decollare. In Spagna ha molti estimatori, su tutti Valencia e Siviglia, e il West Ham è rimasto comunque in contatto col centrocampista, che in Inghilterra ha disputato una buona mezza stagione (13 presenze e 2 gol). L’ipotesi più stuzzicante, però, fa rotta verso Manchester, sponda United: qualche settimana fa Mourinho ha parlato molto bene del connazionale in un’intervista. L’interesse c’è, chissà non possa concretizzarsi in qualcosa di più".

Sezione: Rassegna / Data: Mer 30 maggio 2018 alle 10:40 / Fonte: Tuttosport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print