Le sensazione di una Milano calcistica in testa alla Serie A sono affidate, dalle colonne del Corriere della Sera, a un giornalista e tifoso interista doc come Beppe Severgnini. "Milan e Inter giocano bene, sorprendono entrambe e fanno sorridere i tifosi in un periodo di pandemia e preoccupazioni, in cui i sorrisi valgono doppio - si legge -. Se volete riposare la mente a Milano, oggi, mettetevi a parlare di Antonio Conte e Stefano Pioli, di Romelu Lukaku e Zlatan Ibrahimovic. Pensateci: due buoni e due cattivi, come in una favola scritta bene. Conte è febbrile e scontroso, Pioli tranquillo e conciliante; Lukaku ecumenico, Zlatan bellicoso. E per fortuna: quattro cattivi o quattro buoni non servono per costruire una trama come si deve".

Un punto interessante riguarda gli organigramma delle due milanesi, nei quali trovano spazio nomi che hanno già fatto la storia dei club prima di sedersi dietro a una scrivania. "Milan e Inter hanno scelto dirigenti-bandiera: di là Paolo Maldini, di qui Javier Zanetti. Anche questa, se ci pensate, è una coincidenza e un motivo di orgoglio condiviso: a Milano è riuscito quello che a Roma e a Torino non ha funzionato (purtroppo per Francesco Totti e Alex Del Piero)".

Sezione: Rassegna / Data: Mer 20 gennaio 2021 alle 10:28
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print