La Repubblica torna anche oggi sulla vicenda dell'esame di lingua italiana sostenuto a Perugia da Luis Suarez. Tre i passaggi cruciali che verranno affrontati nei prossimi giorni. "Due periti informatici, nominati dalla procura, stanno in queste ore analizzando il contenuto dei telefonini, dei pc e degli account di posta elettronica dei cinque indagati - scrive il quotidiano - In quelle migliaia di messaggi e chat i finanzieri del Nucleo di Polizia economica di Perugia cercano il presunto corruttore. Già, perché a fronte di tre presunti corrotti (Grego Bolli, Olivieri e Rocca) non pare essere stato ancora individuato chi possa aver promesso una qualche utilità per accelerare la pratica e ottenere un trattamento di favore per Suarez. L'ascolto delle intercettazioni, finora, non è stato risolutivo. L'avvocata Turco, al telefono con Olivieri, prospetta la possibilità di far iscrivere ai corsi giovani calciatori della Primavera, ma questo non basta a classificarla come scambio di tipo corruttivo. I vertici dell'Università parlano di “accordi”, di inviti in tribuna vip allo stadio, di favori “al nostro attaccante”, ma è tutto molto vago e poco circostanziato. Se però nelle chat dovessero saltare fuori messaggi espliciti di uno scambio tra la Juve e l'Ateneo, allora la situazione per la società torinese potrebbe cambiare".

Gli altri due passaggi sono gli interrogatori dei due principali accusati, la rettrice e il direttore generale, e l'audizione di Suarez in videoconferenza che verrà richiesta attraverso una rogatoria.

VIDEO - "DANILONE, SEMPRE LUI!". E TRAMONTANA MANDA IN TILT IL TELEVISORE

Sezione: Rassegna / Data: Lun 28 settembre 2020 alle 10:42
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print