E adesso trovare una linea comune è dura. Impossibile, infatti, replicare in altre realtà l'accordo trovato dalla Juventus con i propri giocatori. Come conferma la Gazzetta dello Sport, l'intenzione della Lega è chiara: chiedere la partecipazione dei giocatori all’opera di contenimento delle spese (e quindi del danno economico) che si traduce nella sospensione degli ingaggi relativi al periodo di inattività, indipendentemente dalla ripresa o meno dei campiona. La disponibilità dei calciatori è acclarata, ma rimane il punto di domanda sull'applicazione effettiva.

In teoria, si potrebbe procedere anche con uno sconto proporzionale al valore della busta paga: una soluzione che tutelerebbe i professionisti senza contratti milionari. E l'Aic, con a capo Damiano Tommasi, pensato di costituire un fondo alimentato con parte dei tagli dei giocatori delle categorie superiori proprio per venire incontro alle esigenze di chi è più in difficoltà (dilettanti, calcio femminile e i redditi più bassi delle categorie professionistiche).

VIDEO - ACCADDE OGGI (2010): LA DANZA DEL "PRINCIPE" PIEGA IL CSKA: 1-0

Sezione: Rassegna / Data: Mar 31 marzo 2020 alle 09:12 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print