"Il campionato va terminato, perché altrimenti c’è un alto rischio di default per il sistema calcio. Sarà però una ripartenza ad handicap, ma l’innegabile situazione di anormalità sarà, paradossalmente, la normalità per tutti. Qualche alterazione ci sarà invece sotto l’aspetto tecnico". Lo afferma Pantaleo Corvino, direttore sportivo, intervistato dal Corriere della Sera, secondo cui non è esatto dire "che giocare ogni tre giorni possa favorire qualcuno. Le squadre in lotta per lo scudetto hanno tutte rose ampie, ma anche chi corre per non retrocedere ha valori più o meno simili. Insomma sia in alto che in basso tutti sono nelle stesse condizioni".

Sezione: Rassegna / Data: Ven 29 maggio 2020 alle 12:48
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print