La stima della Figc per quanto riguarda i danni economici che si avrebbero con una stagione non conclusa fa rabbrividire: 700-800 milioni di euro. Situazione estremamente critica, ora tutti ne hanno piena consapevolezza. Per questo l'obiettivo comune in tutta Europa, e non solo in Italia, è diventato quello di terminare i campionati e poi le coppe. Anche a costo di sforare la fatidica data del 30 giugno, in un primo momento un dogma per chiunque. Ora, però, anche Uefa e Fifa hanno capito che il virus ha cambiato tutto e bisognerà adeguarsi a colpi di deroghe. Per evitare il collasso del sistema. Lo scrive oggi il Corriere dello Sport.

Sezione: Rassegna / Data: Mer 25 marzo 2020 alle 09:24 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print