Intervista al Corriere dello Sport di Evaristo Beccalossi che parla del momento dell'Inter e del sogno scudetto.

Beccalossi, il countdown verso lo scudetto può già partire? 
"No, no, no (ride, ndc). La classifica è bellissima, ma andiamoci piano. Non è ancora il momento di pronunciare quella parolina".  

Per l’Inter dieci vittorie consecutive in campionato. Si aspettava un ruolino di marcia simile? 
"La squadra sa quello che vuole, ha un suo equilibrio perché è stato fatto un grande lavoro nei momenti più difficili. Mi riferisco a quelli di inizio stagione, quando sono arrivate anche critiche eccessive e serviva tempo per delineare l’assetto ideale".  

Chi è il giocatore simbolo di questa cavalcata? 
"Il gruppo ha fatto la differenza, completando un percorso di crescita. Ma la ciliegina sulla torta l’ha messa Lukaku. Non solo con i gol, ma anche con l’atteggiamento ha dato sul campo risposte da grandissimo giocatore".  

Cosa manca a questo gruppo per il salto di qualità in Europa l’anno prossimo? 
"Più che altro bisognerà vedere cosa succede a livello societario. Bisogna ripartire da qui, con una base solida e un percorso molto ben avviato. Non dimentichiamo che l’anno scorso l’Inter ha disputato la finale di Europa League è ed arrivata seconda in campionato dopo aver accorciato il gap con la Juve".  
 

VIDEO - TRAMONTANA: “SQUADRA STANCA, ABBIAMO MESSO IL PULLMAN. CHE DIFFERENZA BROZOVIC E GAGLIARDINI. MA CHE VUOI DIRE CON QUESTI NUMERI?”

Sezione: Rassegna / Data: Gio 08 aprile 2021 alle 11:38 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print