Il calcio italiano preme sul Governo per far riaprire gli stadi a metà ottobre. Lo scorso luglio, riporta il quotidiano La Repubblica, Lega Serie A ha commissionato un dossier sulle misure di contenimento del rischio epidemiologico, all'interno del quale sono presenti le varie soluzioni indicate dai club per consentire il ritorno dei tifosi negli impianti. La novità più rilevante, si legge, è l'impiego di mascherine trasparenti, in modo da garantire il riconoscimento facciale da parte delle autorità.

L'accesso agli impianti prevede cinque aree di posizionamento per scaglionare gli ingressi. Ogni spettatore dovrà avere uno spazio a disposizione di 2,25 metri quadri, per garantire il metro di distanziamento in ogni direzione. Ovvia presenza di dispenser di prodotti igienizzanti e la misura di sanificazione, oltre al divieto d'accesso per chi ha febbre dai 37,5 in su. Nei punti di ristoro l'indice di affollamento viene ridotto al 50% e nelle toilette una colonnina segna-percorso regolerà la fila. L'obiettivo è raggiungere il 20% della capienza. 

VIDEO - VIDAL SI ALLENA DA SOLO, IN STRADA. E IL PROCURATORE GLI DA' DEL MATTO

Sezione: News / Data: Mer 16 settembre 2020 alle 14:42
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print