Negli studi di Sky Sport Mario Sconcerti analizza il momento dell'Inter partendo dalla situazione che sta vivendo Mateo Kovacic: "Non è più Kovacic l'architrave della squdra. Lo stesso Hernanes è ai margini del progetto. Brozovic pur non essendo eccezionale è un giocatore d'ordine, attorno al quale può girare la squadra. Cosa che non poteva avvenire con Medel. E poi l'insistenza su Guarin: Guarin è un istintivo, non puoi dargli troppe posizioni in campo. Devi lasciarlo sfogare. Shaqiri ha messo un po' di pepe nella squadra. Non è un fenomeno e non ha nemmeno la pretesa di esserlo.

Corre molto ed è generoso. Capitolo giovani. Ci sarà una spiegazione, non ho capito la cessione di Bonazzoli. Non diventa ricco nessuno con quei soldi. E' un po' una contraddizione. Si vede che era un'operazione che serviva alla squadra. Della Primavera nerazzurra di quest'anno si sapeva che fosse la squadra più forte. E' un dato di fatto."

Sezione: News / Data: Mar 17 febbraio 2015 alle 09:52
Autore: Gianluca Scudieri / Twitter: @JeNjiScu
vedi letture
Print