"Coronavirus e i rinvii delle partite o le porte chiuse? La prevenzione è la cosa più seria che si possa attuare. Se ne parla da mesi, sarebbe dovuta essere messa in atto da tempo. Oggi sembrano più provvedimenti di pancia che di testa. Però il calcio deve adeguarsi e sacrificare condizioni economiche e tecniche dinanzi a motivazioni primarie". Questo, ai microfoni di TMW, il pensiero di Giorgio Perinetti sull'emergenza Coronavirus che sta colpendo anche l'Italia. 

Juve-Inter a porte chiuse: un calcio allo spettacolo.
“Un peccato. Campionato aperto con tre squadre e grande vitalità ritrovata, ma è giusto pensare prima di tutto alla salute dei cittadini. Sempre e non solo adesso, è giusto pensare prima alla prevenzione”.

Sezione: News / Data: Mer 26 Febbraio 2020 alle 11:18
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print