"Sono molto sorpreso dall'impatto di Conte. La sua storia insegna che alla Juventus e al Chelsea ha vinto il titolo al primo anno, ma non credevo che in così poco tempo portasse la squadra a questi livelli". Intervistato da Calciomercato.it, Massimo Paganin, ex difensore dell'Inter, confessa che non si aspetta una simile crescita dei nerazzurri sotto la guida di Conte. Allenatore che ha cambiato in meglio ogni giocatore: "La cosa che più mi sorpende è la valorizzazione e la crescita di tutti i suoi giocatori, da Lautaro a Candreva, fino a Brozovic - aggiunge -. Parlare di scudetto forse è troppo presto, ma l'Inter sicuramente ha fatto grossi passi avanti rispetto agli ultimi anni. Vediamo adesso anche come andrà la Champions League". Sul fronte del mercato, Paganin ha le idee chiare per gennaio: "Sicuramente serve un centrocampista d'esperienza tipo Vidal o Rakitic, così come prenderei un attaccante, Giroud sarebbe l'ideale".

Paganin parla anche ai microfoni di TMW Radio dicendo la sua sul match di stasera e su Stefano Sensi e Nicolò Barella: "Sarà una bella partita. Possono incidere sia Lukaku che Lautaro, stanno bene entrambi. Ma scelgo Lautaro. Dzeko è in dubbio, mi piace molto però Pellegrini, sta giocando da trequartista e mi piace come interpreta questa posizione. E' in crescita, mi aspetto una grande prova e che possa aiutare anche in Nazionale. Per questo match avrei preferito recuperare Barella, servono due centrocampisti che attacchino lo spazio. Lui è uno di questi, che sa fare queste cose. Dal punto di vista dell'agonismo è sicuramente ha qualcosa di più di Sensi, che è più costruttore. Ma l'Inter ha bisogno di entrambi".

Sezione: News / Data: Ven 6 Dicembre 2019 alle 18:06
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print