A margine dell'Assemblea degli Azionisti, Ignazio La Russa ha rilasciato alcune dichiarazioni ai giornalisti presenti sul posto: "Rispondo da piccolo azionista e non da presidente dell'Inter Club Parlamento, di cui sono orgoglioso. Il nuovo presidente ha parlato di nuova era e io sono d'accordo, è un'era diversa da quella precedente e mi auguro che raccolga gli stessi risultati dell'era Moratti ma anche dei predecessori, con successi in campo nazionale e internazionale. Credo che il nuovo assetto proietti l'Inter verso una dimensione internazionale che visti i tempi serve assolutamente. Sono molto lieto dell'approccio con l'internazionalità. Penso però che tuttavia la proposta che ho fatto in assemblea di ampliare il CdA, non solo per un fatto romantico ma anche per un maggior rapporto con la base fondamentale dei tifosi che rimane milanese e italiana, possa portare all'introduzione di italiani, come rappresentanti dei tifosi scelti tra i tifosi non soci, dei piccoli azionisti, ma anche rappresentanti della famiglia Moratti e di altri presidenti. Così la nuova era sarebbe nuova ma non sganciata dalla storia interista di sempre. Se si è parlato di mercato? Gli applausi erano per le nomine del presidente e delle altre. Si è parlato indirettamente del rafforzamento della squadra e il dottor Antonello ha ricordato che finisce la parte delicata del rapporto con la Uefa ma non il FFP, visto che ogni tre anni bisogna che ci sia il pareggio di bilancio.

Perciò bisognerà continuare ad agire rafforzando l'aspetto economico e, mi auguro, anche quello sportivo come si è fatto in parte quest'anno. Personalmente mi sarei aspettato di tenere Rafinha, lui voleva restare ed è l'unica piccola pecca della campagna acquisti estiva. Cancelo era difficile tenerlo, lo capisco, ma Rafinha forse era più facile. Si è parlato quindi in prospettiva della volontà di rafforzare la squadra e sono certo che Suning lo voglia. Mi auguro ci si riesca. Marotta? Aspettiamo, non corriamo. Prima dobbiamo digerire il fatto che è ancora zebrato, quando gli spariranno le striscie ne riparleremo (ride, ndr)".

Sezione: News / Data: Ven 26 ottobre 2018 alle 15:56 / Fonte: dall'inviato al Magna Pars Suites, Mattia Todisco
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
vedi letture
Print