"Non siamo preoccupati, siamo a dicembre e ci siamo alternati al primo posto. E' un momento del campionato, in altre stagioni è successo lo stesso e siamo riusciti a vincere, non siamo preoccupati". Intercettato dai giornalisti presenti al Gran Galà del Calcio Aic, tra cui l'inviato di FcInterNews, il d.s. della Juventus Fabio Paratici commenta così il fresco sorpasso in classifica dell'Inter ai danni dei bianconeri: "L'Inter è la squadra accreditata, sta facendo un ottimo campionato. Noi pensiamo a noi e poi vedremo. Tutti quelli che fanno sport sanno quanto si faccia fatica a vincere una volta, figuratevi otto. Ma vogliamo essere superiori a questa possibile inconscia pancia piena e ricordiamo che su venti incontri ne abbiamo vinto 16 e pareggiati quattro. La pancia piena è un pensiero che può venire fuori solo dopo un pareggio. Stesso discorso quando stanno in panchina Dybala o Douglas Costa che altre volte sono stati decisivi".

Sul momento difficile di Cristiano Ronaldo:
"Non lo vedo difficile, è stato fuori dagli allenamenti per un problema al ginocchio ma lo ringraziamo per quello che ci ha dato anche in una condizione non ottimale. Non si è allenato sempre e dunque è normale che abbia alcuni momenti di forma non ottimale".

Cosa pensa del quarto posto del portoghese al Pallone d'Oro?
"Meritava di vincerlo, ma questi sono premi dove le classifiche sono sempre opinabili".

Dybala sta facendo benissimo.
"È un gran giocatore, il nostro numero dieci e non a caso".

Paratici, poi, si sofferma anche ai microfoni di Sky Sport: "Come è svegliarsi da secondi in classifica? Anche in altre stagioni è successo, non tantissime volte è vero, ma poi abbiamo recuperato. Stiamo facendo benissimo, l'Inter ha un punto in più di noi ed è stata bravissima. Siamo abituati alle pressioni, sappiamo che dobbiamo competere per vincere. Ronaldo? I problemi sono altri, sorrido". 

VIDEO - IL TORO ESALTA TRAMONTANA: DOPPIETTA DA URLO

Sezione: News / Data: Lun 2 Dicembre 2019 alle 20:52 / Fonte: dall'inviato Mattia Todisco
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print