Prima la mano tesa di Arturo Vidal all’Inter, ora la prima apertura pubblica da parte del club nerazzurro con Beppe Marotta. Tutte notizie che invitano all'ottimismo Antonio Conte, che avrebbe voluto con sé il cileno già in estate: "Posso parlare di Arturo che ho avuto il piacere di allenare quando ancora non era Vidal che tutto oggi conoscono; ho lavorato con lui tre anni, è un giocatore che mi ha sempre dato tutto". Ma ieri è stato l’ad a inserire ufficialmente il Guerriero fra i possibili obiettivi di gennaio: "Vidal è un giocatore importante nello scenario mondiale - ha dichiarato il dirigente varesino  prima della partita -. Io e Conte ne siamo legati per bellissimi tempi trascorsi insieme, abbiamo grande considerazioni di lui. Penso che tantissime squadre lo vorrebbero, purtroppo è del Barcellona, poi sicuramente dei pensieri si possono fare, in un settore che purtroppo per via degli infortuni è in sofferenza".

Discorsi pubblici a parte, l’Inter - si legge su Tuttosport - finora ha sempre ipotizzato di poter prendere Vidal al massimo in prestito, soluzione però esclusa dal Barcellona che considera invece il giocatore incedibile. Il problema è che l'ex Juve, dopo un periodo in cui Valverde lo aveva utilizzato spesso, è tornato in panchina nelle ultime quattro gare (pure ieri sera con l’Atletico) e nei giorni scorsi è tornato a parlare di un suo futuro lontano da Barcellona. 

VIDEO - IL TORO ESALTA TRAMONTANA: DOPPIETTA DA URLO

Sezione: News / Data: Lun 2 Dicembre 2019 alle 09:15
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print