Basterà un solo minuto di gioco ad Antonio Cassano per raggiungere il bonus presenze di 200.000 euro stabilito al suo arrivo a Milano: l'attaccante - già decisivo col suo angolo nella sfida contro il Napoli - è l'immagine dell'imprevedibilità dello scacchiere di Stramaccioni, in assenza dei vari Sneijder, Alvarez e Coutinho (troppo discontinuo). C'è un digiuno da gol con cui fare i conti, visto che l'attaccante non va in rete dalla sfida casalinga contro il Catania (21 ottobre scorso): lui ha una buona tradizione contro la Lazio, a cui ha rifilato ben sei reti in 17 gare.

Il suo score è di 5 vinte, 5 perse e 7 pareggiate. Queste ultime gare dell'anno, Lazio e Genoa, saranno tutte un derby, visto il suo passato con Roma e Sampdoria.

Sezione: News / Data: Mer 12 dicembre 2012 alle 10:22 / Fonte: La Gazzetta dello Sport
Autore: Mario Garau / Twitter: @MarioGarau
vedi letture
Print