Dopo la vittoria contro il Cagliari, Rino Gattuso ai microfoni di Sky Sport ha commentato il risultato e la situazione attuale di alcuni dei suoi giocatori tra cui Allan e Dries Mertens, entrambi ruotati in orbita Inter. Il primo accostato ai nerazzurri nel mercato di gennaio come suggestione in un possibile scambio con Matias Vecino e il secondo in ottica futura. In scadenza di contratto a giugno Dries Mertens infatti è uno dei possibili nomi sul taccuino di Beppe Marotta. Allan tra l'altro oggi era fuori dall'elenco dei convocati per un impegno in allenamento poco gradito al tecnico: "Rispetto i calciatori, ma con me si lavora con serietà: in campo voglio coerenza e rispetto per tutti i compagni. Con Allan domani è un altro giorno, non si porta rancore e sarò il primo a incitarlo ma bisogna incitarlo in un certo modo. Voglio vedere professionalità, se no faccio quello che ho fatto oggi. Mertens? Fa diventare tutto semplice anche quando viene a legare con i centrocampisti, è un fenomeno, è furbo, sa come andare a pressare, non sta mai fermo, è un calciatore completo. Ci è mancato tanto perché è un calciatore che abbina furbizia a grande qualità".

Parole che suonano come un invito per il futuro? "Dopo le esperienze Pisa e a Creta ho giurato di non dire nulla a nessuno. Io voglio fare l'allenatore, c'è chi è addetto a parlare di contratti. I soldi non sono miei, sono dipendente di un'azienda e le scelte le deve fare chi comanda e rappresenta l'azienda. Io posso dare pareri se me li chiedono. Ed è certo che me l'hanno chiesto. La dirigenza sa quello che penso".

VIDEO - TANTI AUGURI A... - ADRIANO, L'IMPERATORE: TUTTE LE MAGIE DI UN CAMPIONE DOMINANTE

Sezione: News / Data: Lun 17 Febbraio 2020 alle 10:45
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print