"Per far crescere un club è necessario un investimento di capitale, che oggi non è permesso. Il voluntary agreement potrebbe essere una strada, ma ancora non si è riusciti a sfruttarlo". La spiegazione è di Umberto Gandini, ex dirigente di Roma e Milan, all'interno del convegno sul Financial Fair Play in corso di svolgimento al Four Season di Milano. "Il problema vero - aggiunge - è che nelle sanzioni, dal buffetto all'impiccagione, è previsto un po' tutto. Alla Roma e all'Inter siamo usciti nei tempi e le regole, con lacrime e sangue, come temo toccherà al Milan, che parte da 352 milioni di costo e da -100 milioni in bilancio, dovendo arrivare in pari. Dovranno ridurre i costi e aumentare i ricavi, entrando nei parametri del -30".

Sezione: News / Data: Mar 18 dicembre 2018 alle 20:08
Autore: Mattia Todisco
vedi letture
Print