Ciro Ferrara, dagli studi di Tiki Taka, prova a spiegare le ragioni per cui Antonio Conte non ha ancora accelerato il processo di inserimento di Christian Eriksen nell'undici titolare dell'Inter. "E' chiaro che alcuni numeri fanno riflettere ma Conte lo ha spiegato bene - dice - Eriksen ha bisogno di entrare nei meccanismi. Young e Moses sono due esterni, hanno un binario da seguire, è molto più semplice. L'allenatore li vede tutti i giorni. A me sembra che il centrocampo dell'Inter non sia così inferiore: Brozovic è un signor giocatore, Barella è uno dei migliori giovani italiani e Vecino ha grandissima esperienza. Si tratta di equilibri. Non si discute la qualità di Eriksen".

Sezione: News / Data: Mar 18 Febbraio 2020 alle 11:56
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print