Due finali di Champions League in tre stagioni per il Bayern Monaco di Ottmar Hitzfeld tra il 1998 e il 2001. Eppure, per Giovane Elber, attaccante che guidava l'attacco dei bavaresi nel successo ai rigori ottenuto a Milano contro il Valencia di Cuper, quella non era la miglior squadra d'Europa sulla carta: "C'erano Real Madrid, Barcellona, ​​Inter e Milan che avevano grandi giocatori - dice il brasiliano a Fox Sports -. Nonostante questo, alla fine, il Bayern è arrivato all'ultimo atto contro lo United, giocando una partita che è passata alla storia (vinsero i Red Devils in rimonta con due gol nell'extra time ndr). Nel 2000-01, pur senza avere la formazione più quotata, siamo arrivati in fondo eliminando via via tutti gli avversari, compreso il Valencia (ai rigori ndr). È stato molto bello, visto che avevamo perso nel '99". 

Sezione: News / Data: Ven 05 giugno 2020 alle 22:33
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print