Nonostante le sirene dell'Inter continuino ad allettare Lucas, il San Paolo è fermamente convinto che non ci sia bisogno di un aumento salariale per convincere il proprio giocatore a dire no alle avances dei nerazzurri. Lo rende noto il direttore sportivo del club brasiliano, Adalberto Batista, spiegando come il San Paolo non seguirà la stessa politica attuata dal Santos con Neymar: "Non vogliamo gestire le carriere dei nostri giocatori in maniera diseguale. Cerchiamo di portare avanti la nostra immagine dando risalto al collettivo e senza alcuna disparità. Lucas ha un contratto con il San Paolo che scadrà fra più di cinque anni e che è stato firmato l'anno scorso.

Oggi - prosegue il dirigente - abbiamo grandi società di marketing che investono di più in Brasile che da altre parti. I club medi europei non possono più permettersi di andare a cercare giocatori da noi perché adesso abbiamo una situazione di ingaggi equivalente. Il Brasile è migliorato molto economicamente e ha acquisito nuova visibilità".

Sezione: News / Data: Sab 19 novembre 2011 alle 16:48
Autore: Daniele Alfieri
vedi letture
Print