Due scenari in mezzo al caos delle ultime ore. I vertici del calcio olandese provano a fare ordine dopo che - mercoledì scorso - Marc Overmars, direttore sportivo dell'Ajax, ha dichiarato morta la Eredivisie. La spiegazione delle due ipotesi è illustrata in un comunicato diramato poco prima delle 16 italiane sul sito ufficiale del massimo campionato dei Paesi Bassi: "La competizione verrà ripresa e completata - solo questo è considerato sicuro dal RIVM. L'obiettivo è di completare tutte le competizioni in Europa entro il 3 agosto. Ciò significa che le competizioni riprenderanno nella seconda metà di giugno o il prima possibile. 2 - La competizione è definitivamente interrotta. La KNVB, l'Eredivisie CV e la Cooperativa Eerste Divisie stanno anche studiando come le società di calcio nei Paesi Bassi possano essere supportate in questa situazione".

La nota, poi, prosegue così: "Come discusso ieri con i club, martedì 7 aprile i due scenari saranno discussi con i club di calcio professionistici, KNVB, CV Eredivisie e Cooperativa Eerste Divisie. Tutti vogliono chiarezza. Dal padre che vuole andare allo stadio con suo figlio, allo sponsor che vuole sostenere il suo club, fino ai tifosi. Ma ancora non è possibile fare chiarezza, ci vuole tempo. Non sappiamo come si svilupperà il virus. Quello che sappiamo è che ci stiamo sforzando per fare chiarezza e dopo il 7 aprile, prevediamo di essere in grado di fornirla. La salute di tutti è il punto di partenza, sempre e soprattutto ora".

Sezione: News / Data: Ven 03 aprile 2020 alle 16:09
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print