Nelle ore in cui si profila la possibilità di trasmettere in chiaro sulla Rai e su Sky le partite di Serie A della 26esima giornata, che a causa dell’emergenza Coronavirus saranno disputate a porte chiuse, rimane aperto il nodo dei rimborsi in favore dei tifosi che hanno in mano biglietti e abbonamenti per gli stadi chiusi al pubblico. Sul tema - si legge su Adnkronos - interviene il Codacons. "Le cause di forza maggiore che portano a disputare le partite a porte chiuse legittimano il diritto dei tifosi ad ottenere il rimborso integrale dei biglietti per lo stadio e di parte degli abbonamenti acquistati, non potendo più usufruire dei servizi acquistati – spiega il presidente Carlo Rienzi – Le società di calcio sono obbligate per legge a restituire agli utenti quanto pagato per incontri cui i tifosi non potranno assistere a causa della chiusura degli stadi. Proprio sul tema delle clausole che limitano tale diritto al rimborso l’Antitrust, a seguito di esposto Codacons, ha aperto una indagine nei confronti delle società di calcio, volta ad accertare pratiche commerciali scorrette". 

Sezione: News / Data: Mar 25 Febbraio 2020 alle 19:30
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print