Attraverso il proprio profilo Facebook, Beppe Sala, sindaco di Milano, prova a neutralizzare gli allarmismi legati al dilagare dell'emergenza coronavirus: "Alcuni cittadini mi chiedono di chiudere gli uffici pubblici, altri le scuole. E allora perché non gli stadi? O le aziende? O i negozi? Che differenza c’è? Stiamo seguendo questa crisi sanitaria con responsabilità, non sottovalutiamo niente, ma non vogliamo neppure fomentare allarmismi. Domani mattina ci vedremo di nuovo in Prefettura e verificheremo il da farsi. Se sarà il caso di prendere misure specifiche, lo faremo. Nel frattempo io sono qui a lavorare. A fare tutto quello che posso. Con serietà. E con spirito di collaborazione con le istituzioni che, più di me, conoscono le questioni relative alla gestione di questo virus.

Sezione: News / Data: Sab 22 Febbraio 2020 alle 23:21
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print