Ennesimo riconoscimento per Antonio Conte, che oggi a Rieti ha ritirato il premio 'Manlio Scopigno 2013' dopo il terzo scudetto di fila vinto con la Juve. Durante il suo intervento il tecnico bianconero ha ripercorso le recenti tre stagioni a Torino: "Un aspetto sul quale non ho dovuto lavorare molto quest'anno e l'anno scorso è l'entusiasmo - riporta tuttojuve.com -, perché comunque quando arrivi il primo anno, trovi un gruppo derelitto, di gente che arrivava da due settimi posti, tramortiti, quindi c'era veramente grandissimo entusiasmo. C'è voluto veramente poco per riaccendere la fiammella.

Penso che il primo anno sia stato veramente qualcosa di incredibile, perché sinceramente abbiamo vinto lo scudetto da imbattuti superando anche squadre importanti, che era molto più attrezzate rispetto a noi: mi riferisco al Milan, all'Inter che veniva dal Triplete e allo stesso Napoli. È fondamentale il gruppo, così come è determinante il colloquio per creare tra lavoratori la giusta complicità".

Sezione: News / Data: Mer 21 maggio 2014 alle 00:05
Autore: Daniele Alfieri / Twitter: @DaniAlfieri
vedi letture
Print