Intervenuto ai microfoni di SkySport24, il giornalista della Gazzetta dello Sport, Paolo Condò, spiega la situazione esistente di criticità tra Sneijder e l'Inter. "Ormai la rottura tra le parti è assodata e difficilmente ricucibile. Manca però il terzo protagonista della vicenda, ossia la squadra che dovrebbe prendere l'olandese.

L'Inter, infatti, intende abbassare l'ingaggio a Sneijder non per tenerlo a lungo, ma per cederlo più facilmente. Il discorso è che a 6 milioni l'anno non ci sono squadre che lo vogliono: questo era un contratto firmato quando Wesley era il giocatore più forte del mondo, ora le cose sono cambiate", spiega Condò.

Sezione: News / Data: Sab 08 dicembre 2012 alle 10:22 / Fonte: Sky
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print