Intervenuto ai microfoni di Sottorete su Radio One, Pierluigi Casiraghi, responsabile del settore giovanile dell'Inter, svela alcuni retroscena riguardo Mario Balotelli. "Balotelli? Lo conoscevamo tutti, lui giocava nel Lumezzane e ad ogni campionato giocava contro Milan, Inter, Atalanta, Brescia. Si vedeva che fisicamente fosse il doppio degli altri. Aveva questi atteggiamenti da 'capobranco', un po' sopra le righe. C'era un po' di titubanza nell'acquistarlo perché non si sapeva come gestirlo.

Abbiamo deciso di prenderlo, rischiare, mi sono preso la responsabilità di questa gestione ma è andata bene. Con gli Allievi faceva sempre gol, mi chiamò Mancini che sapeva che faceva sempre gol e lo volle ad Appiano. E' sparito, ed è rimasto sempre la. Il primo che ho preso è stato Martins dalla Reggiana, poi Pandev, Andreolli, Meggiorini". 

Sezione: News / Data: Lun 07 novembre 2011 alle 20:13 / Fonte: Stadionews.it
Autore: Riccardo Gatto
vedi letture
Print