Inizia questa sera a tutti gli effetti la Serie A 2020/21. Scenderanno infatti in campo anche quelle squadre rimaste ferme nello scorso turno, Inter compresa. Ad esprimere un giudizio generale sulla Serie A che sarà è Fabio Capello, intervenuto ai microfoni di Radio Deejay.  Sul mercato dell'austerità, l'ex tecnico di Juve e Milan tra le altre dice: "Al di là del Chelsea un po' ovunque è stato un mercato al risparmio. Per noi è un po' più difficoltoso, visti i giocatori ritenuti non più importanti per i vari progetti difficili da piazzare. Viene quindi difficile poi investire su giocatori ritenuti importanti in entrata".

Che giudizio dai agli acquisti d'esperienza fatti finora dalle diverse squadre come Kolarov a Vidal?
"Sono giocatori di livello ma va anche visto da un altro punto di vista. Giocatori di quest'età che vengono in Italia e diventano determinanti significa che il campionato italiano non è così competitivo. Che poi siano degli ottimi giocatori, qualcuno anche fuoriclasse, che fanno sentire il loro peso è evidente.  Che gli allenatori li vogliano in squadra senza pensando ai bilanci è anche giusto".

Da una parte ci sono i senatori, dall'altra ci sono squadre costrette a buttare dentro i ragazzini... È un elemento positivo?
"Era ora che si avessero il coraggio di dare spazio ai ragazzini. Lo fanno per necessità ma soprattutto perché questi sono tutti giocatori molto validi. Nel centrocampo della Nazionale italiana sono tutti giovani e sono tutti validi e di grande qualità. Bisogna dare adito a Conte di aver trovato un difensore centrale come Bastoni. Gli allenatori riescono a fare qualcosa di diverso di quanto fatto finora, ci vuole coraggio e visione". 

VIDEO - ACCADDE OGGI - IL SINISTRO DI CORSO REGALA LA PRIMA INTERCONTINENTALE ALL'INTER

Sezione: News / Data: Sab 26 settembre 2020 alle 16:04
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print