Intervenuto a Sky, Roberto Boninsegna ha parlato anche della crisi dell'Inter. Si parte da Ranieri. "Un mese e mezzo fa Ranieri era diventato l'allenatore ideale dei nerazzurri, e non credo che ora si sia trasformato in un brocco. Sono momenti così: dopo aver vinto il derby, ecco le sconfitte. Incredibile, difficile da giudicare. La svolta negativa nel momento migliore. E' difficile da commentare, bisognerebbe essere dentro lo spogliatoio". Sembra essere finita la benzina e l'entusiasmo. "Facile parlare ora. Comunque difficile che sia terminata la benzina in casa Moratti... (ride, ndr).

A parte gli scherzi, ora bisogna dare una svolta perché mancano ancora tante partite e il terzo posto, con un filotto giusto, è ancora un traguardo possibile. Ci andrei piano a dare addosso all'allenatore". Si parla di Villas-Boas: può essere quello giusto per la rifondazione? "Al Chelsea, all'inizio, sembrava un 'mostro', andava tutto bene, e invece è umano. Sta facendo male, probabilmente non per colpa sua. Ha una squadra un po' vecchia. Lui è tra i papabili perché è un ottimo tecnico, anche se sta accusando problemi in Inghilterra. Mazzarri? Sì, forse sceglierei un italiano". Battuta su Balotelli. "E' un grandissimo, ma non è facile capire cosa gli passa per la testa. Forse bisognerebbe fargli un lavaggio del cervello...".

Sezione: News / Data: Mer 29 febbraio 2012 alle 18:01 / Fonte: Sky
Autore: Alessandro Cavasinni
vedi letture
Print