"Gli allenatori di solito non mangiano il panettone, ora rischiano di non mangiare il cocomero...". Così Enrico Bertolino, tifoso nerazzurro, ai microfoni di Radio Sportiva esprime le sue considerazioni sulla stagione dell'Inter, parlando con un pizzico di disappunto sull'andamento della squadra. "Questa è una stagione atipica e le partite di oggi sono la fiera della stanchezza. L'Inter è costante, riesce sempre a mollare all'ultimo. Forse manca un po' di concentrazione e qualche carico di lavoro. Poi Conte qualitativamente non si discute, in campo vanno i giocatori. La stagione dei nerazzurri rischia di essere un'altra conferma che non c'è un progetto. Però non si può licenziare un manager così dal nulla".

Su Conte: "Non si fa amare per come fa le cose che dice. Prima le voci su Lautaro, poi su di lui. Mi pare che le idee le abbia, ma non capisco come mai un Eriksen non abbia portato niente di più rispetto a prima. Gagliardini è sotto tono. Ma ci sono le motivazioni? Forse se le devono trovare da soli... Le squadre dietro sono lontane e non si rischia il quarto posto, ma così si rischia di dover di nuovo rivoluzionare tutto. Mi pare che in tanti vogliano andare via e abbiano la testa altrove".

VIDEO - UNDICI ANNI FA LA PRESENTAZIONE DI MILITO E MOTTA: QUANTE GIOIE IN NERAZZURRO

Sezione: News / Data: Sab 11 luglio 2020 alle 20:19
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print