Federico Balzaretti dà il bentornato in Italia ad Arturo Vidal. E per Dazn, l'ex difensore della Roma analizza nel dettaglio la figura del cileno spiegando cosa può dare all'Inter di Antonio Conte: "Credo che Conte si riveda in Arturo Vidal, e anche io penso che Vidal sia un giocatore che ricordi moltissimo il tecnico leccese per intensità e qualità. Esiste un Vidal pre e post Conte: quello del Bayer Leverkusen era già forte ma doveva trovare la sua collocazione ideale, ma è con Conte alla Juventus che riesce a rendere in maniera straordinaria, portando il mister a cambiare sistema di gioco. Vidal segna 40 gol, diventando il principale marcatore della Juve contiana".

Si passa all'analisi tattica: "Vidal è straordinario per il contributo che dà in zona tre, ovvero negli ultimi venti metri. La sua grandissima capacità di inserimento e di leggere il gioco e andare dentro per far male alle difese avversarie. Riesce a farlo in due modi diversi: con l'inserimento su cross dagli esterni, cosa che si sposa perfettamente con il tipo di gioco di Conte, e quando i due attaccanti liberano gli spazi. Ma ha bisogno di un giocatore che sappia imbucare il pallone coi tempi giusti e la sensibilità giusta. All'Inter deve trovare i giusti tempi con due rifinitori come Christian Eriksen e Stefano Sensi. Poi ogni volta che trova il pallone riesce sempre a impattarlo in qualunque modo con un solo tocco". 

VIDEO - VIDAL, SOSTA IN ALBERGO E SELFIE COL TIFOSO "INCREDULO"

Sezione: News / Data: Lun 21 settembre 2020 alle 15:28
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print