Nel post-lockdown sono usciti tutti i limiti dell'Inter, già visibili anche nelle gare da gennaio a inizio marzo. Una situazione che non sorprende Antonio Paganin, che prova a dare una spiegazione allo score negativo fatto registrare dai nerazzurri nelle ultime gare: "Spalletti non aveva gli uomini di Conte, Young ed Eriksen hanno alzato il livello della squadra - dice a TMW Radio -. Mancano giocatori di personalità che possono gestire la gara, ci sono parecchi ragazzi troppo passivi in molti casi. Buttare via punti in casa e con il Verona è un peccato. Per me - conclude l'ex calciatore - manca un uomo importante per reparto".

Sezione: News / Data: Ven 10 luglio 2020 alle 18:23
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print