Quest'oggi è Samir Handanovic il protagonista dell'intervista one to one con Roberto Scarpini per Inter Channel. Parola, dunque, al numero uno nerazzurro, che esordisce così nella chiacchierata con il canale tematico nerazzurro: "Stiamo lavorando tanto in questi giorni, poi qua a Brunico ci troviamo molto bene". 

Stagione sfortunata quella passata, da dove si deve ripartire? "Bisogna dimenticare tutto, l'Inter in questi anni è in ricostruzione. Forse quest'anno è l'anno giusto per ricompattarci e puntare con umiltà ai posti dove merita di stare il club. Penso che non ci si debba mai accontentare, ma sempre guardando agli obiettivi reali della squadra". 

L'anno scorso tanto lavoro per te, quest'anno come sarà? "Secondo me, in una partita di calcio sono due i protagonisti che non si devono vedere in campo: il portiere e l'arbitro (ride ndr). Io sono sempre contento quando non si prende gol, questo è psicologicamente importante, soprattutto per prendere confidenza. Quando c'è tanto lavoro, è più facile essere concentrati. Speriamo di fare poche parate, ma decisive quest'anno. Io cerco di migliorarmi, poi la cosa fondamentale sono i tempi di gioco: bisogna intuire prima le mosse degli avversari"- 

La squadra di portieri dell'Inter è stata riconfermata... "Noi siamo una squadra, sappiamo tutti e tre quali sono i nostri ruoli. Non ci sono gelosie, ho due compagni ottimi e mi fa paicere che siano riamasti all'Inter. Ho la fortuna di avere anche un grande preparatore, ma non penso che io farò il preparatore nel mio futuro. Ho ancora voglia di giocare, poi ci sarà tempo di pensare". 

Il tuo futuro, cosa è cambiato in questi giorni? "Quando ci sono dei contratti in ballo ognuno fa la sua parte: comunque dico che siamo molto vicini all'accordo perché io rimanga qui, sono contento di questo". 

Divario colmato con le prime in classifica? "Penso che il campionato sarà più bello dell'anno scorso. L'entusiamo è fondamentale per noi e per i tifosi. Il fatto di non giocare le Coppe non è così negativo, potrebbe esserci una svolta". 

Professionalità in squadra... "Da quando sono arrivato la mentalità è cambiata molto, anche nei ragazzi giovani". 

 

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 10 Luglio 2015 alle 17:56 / articolo letto 14161 volte / Fonte: Inter Channel
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari