È l'ex della partita, Roberto Gagliardini il protagonista dell'intervista esclusiva per il matchday programme di accompagnamento al big match di questa sera tra Inter e Atalanta. Il 5 nerazzurro ricorda le emozioni provate al momento del passaggio dall'Atalanta all'Inter, un sogno che tutt'oggi vive: "Non posso non ricordarmi quei momenti. Era arrivata la telefonata dell’Inter. Eravamo a metà settimana e il sabato sarei sceso in campo, sempre con la maglia nerazzurra, ma non più quella dell’Atalanta. Era un sogno, lo è tutt’oggi. L’orgoglio che mi porto dentro per essere qui è pari alla responsabilità che ho".

Il gioco di Conte e il centrocampo a cinque hanno dato a Gagliardini una consapevolezza diversa e maggior fiducia rispetto alla scorsa stagione: "Conte ci ha dato nuove idee di gioco, le mezzali sono molto sollecitate e io mi ci ritrovo alla grande. Il gol? È un obiettivo che mi pongo tutti gli anni". 

E sui tifosi e il rapporto con i compagni, aggiunge una chiosa da cornice perfetta per l'idea da quadretto familiare che le dichiarazioni suggeriscono: "I tifosi ci trascinano letteralmente e con i compagni siamo amici, ci sfidiamo in ogni allenamento dando il massimo. Ovviamente è bello che ci siano tanti italiani, siamo un gruppo unito che lavora e lotta per il bene dell’Inter”.

Leggi l'intervista completa a Gagliardini sul matchday programme di Inter-Atalanta.

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 11 gennaio 2020 alle 11:28 / Fonte: Inter.it
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print