Assieme ad Javier Zanetti, ospite della puntata di 'Inter Calling' su InterTV è Ivan Zamorano. Ecco alcuni stralci del suo intervento, a partire dal ricordo di Gigi Simoni: "Lui ha costruito una famiglia, quell’Inter 97/98 che ha realizzato un sogno vincendo quella Coppa Uefa meravigliosa - ha detto Bam Bam -. Lui è stato non solo un grande allenatore ma anche un grande uomo, e non era facile in una squadra con così tanti campioni. Lottavamo tutti insieme per i nostri obiettivi. Abbiamo un ricordo bellissimo di lui, ha fatto di tutto per costruire quella famiglia. Simoni mi ha fatto giocare le partite più importanti di quella Coppa Uefa, è stato un premio per me avere un tecnico come lui, che mi ha sempre spronato".

"Quel gol con quei movimenti poteva farlo solo lui, Ronaldo - ha ricordato Zamorano sempre a proposito della finale di Parigi -. Faceva delle cose incredibili, per me è il migliore numero 9 al mondo e quel gol rappresenta tutto quello che è lui, velocità e magia. Ronaldo era un fenomeno, io sono un lavoratore, quindi ci completavamo perché in una squadra ci sta sia un giocatore che abbia la magia, sia uno che lavori per la squadra. Io sentivo il calcio così, i tifosi mi ricordano ancora come un guerriero, poi ho la mia tecnica, soprattutto di testa però mi piace più essere ricordato come uno che ha sempre dato tutto in campo, che ha lottato su ogni pallone".

VIDEO - DODICI ANNI FA L'INTER ANNUNCIAVA JOSE' MOURINHO: TUTTE LE "CHICCHE" DELLO SPECIAL ONE

Sezione: Focus / Data: Mar 02 giugno 2020 alle 17:59 / Fonte: inter.it
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print