Voce anche a Roberto Tasca, assessore al bilancio e al demanio del Comune di Milano, nell'inchiesta condotta dai colleghi di Report per indagare sull'assetto societario del Milan. Interrogato sulla questione del nuovo stadio, progetto a cui Elliott sta lavorando da mesi a braccetto con l'Inter di Suning, Tasca spiega: "Chiaro che chi propone abbia i suoi obiettivi di reddittività, chi deve avvallare deve valutare l'interesse pubblico. Con chi trattiamo? Io oggi ho un proponente, che è l'Ac Milan, società di diritto italiano, a oggi non interdetta dall'esercizio dell'attività amministratativa, e l'FC Internazionale S.p.A.. La procedura prevede che io sappia chi è il proprietario del Milan? No. Io non tratto con 'scatole' lussemburghesi, oggi ho davanti due S.p.A. italiane. Io cosa dovrei fare? Dire che non parlo perché potrebbero avere alle spalle un capitale di un certo tipo? Se faccio così, loro ricorrono al Tar e ci devo parlare per forza: questa è la legge dello Stato italiano". 

Sezione: Focus / Data: Lun 23 novembre 2020 alle 22:56
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print