"I risultati positivi e le vittorie lasciano un buon sapore in bocca. Mi trovo benissimo con questi ragazzi, che hanno risalito la classifica con volontà e sacrificio, parlare poco e lavorare tanto". Ai microfoni di Rai Sport, in un'intervista rilasciata a Thomas Villa, parla Claudio Ranieri: "Alle cose terribili non ho mai pensato, ho sempre visto il bicchiere mezzo pieno, sono sempre stato ottimista e ora la sfida è aggiungere la qualità di Diego Forlan e Wesley Sneijder a quello che abbiamo fatto.

Non vedo genio e follia, ma voglia di riportare l'Inter al vertice. Confermo come voto il 6+ e un voto migliore in Champions League perchè avevamo poche gare per rimettere a posto le cose. La carta d'identità dei calciatori non conta, volete un esempio? Javier Zanetti visto da vicino è mostruoso, il primo ad arrivare e l'ultimo ad andare via, un esempio per tutti".

Sezione: FOCUS / Data: Sab 24 dicembre 2011 alle 18:13 / Fonte: Inter.it
Autore: Daniele Alfieri
vedi letture
Print