L'Inter è in corsa per vincere la Next Generation Series e ai quarti di finale affronterà lo Sporting Lisbona. "Per noi si tratta di un ottimo risultato, perché conferma la bontà del nostro settore giovanile - ha spiegato l'amministratore delegato dell'Inter Paolillo - La solidità della prima squadra è sotto gli occhi di tutti, ma avere una base in grado di sfornare talenti è fondamentale. Il nostro vivaio rifornisce sia la prima squadra, dove sono arrivati i vari Obi, Balotelli, Santon, Martins, Faraoni, sia altri negozi di pregio come gli altri club, vedi i vari Destro, Bonucci, Meggiorini e tanti altri.

Tutto questo è possibile grazie al lavoro di tecnici preparati che si occupano di ragazzi di varie fascie d'età, selezionati bene da Casiraghi e Rusca e al responsabile del vivaio Samaden. Se siamo qui è grazie a Stramaccioni, un tecnico di talento di tecnico che arriverà lontano, e a ragazzi di grande prospettiva. Andranno in prima squadra? Non lo so - prosegue Paolillo - ma ci sono tanti calciatori interessanti, da Romanò a Candido, passando per Crisetig, Longo e Bessa". 

Sezione: FOCUS / Data: Ven 30 dicembre 2011 alle 08:24 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Riccardo Gatto
vedi letture
Print