Salta Imbula? A quanto pare, la strada è proprio quella, nonostante una tavola imbastita da tempo. A cui, evidentemente, i commensali non sederanno mai. Lo conferma la Gazzetta dello Sport, esattamente come vi riportavamo qualche giorno fa (leggi qui): con l'arrivo di Kondogbia, il resto del budget dovrebbe essere investito in altri settori del campo (qausi certamente l'attacco). "Cinque giorni fa, proprio mentre riceveva la famosa telefonata di Adriano Galliani, Marco Fassone stava chiudendo l’accordo per Imbula: 18 milioni più uno di bonus all’OM, contratto quinquennale a 2 milioni per il giocatore più altri bonus. Il piano infatti era di prendere Giannelli a titolo definitivo e Kondogbia in prestito con obbligo di riscatto, in modo da non doverlo mettere subito a bilancio - si legge -. Complice pure la concorrenza del Milan, il Monaco però ha imposto la strada della cessione definitiva. L’Inter ora potrebbe dunque prendere Imbula con la formula del «pagherò», ma il Marsiglia ha problemi di bilancio e deve monetizzare subito. Ecco perché nell’appuntamento fissato per oggi con l’intermediario Federico Pastorello il d.s. Piero Ausilio quasi di sicuro dovrà annunciare che l’Inter è costretta a rinunciare a Imbula". Mancini non si taglierà le vene e ha già pronto il piano-B (che poi piano-B non lo è affatto): Felipe Melo o Thiago Motta. "Uno dei due sarà l’argine davanti alla difesa capace di avviare il gioco, con Brozovic (o Guarin) e Kondogbia interni. Motta è considerato più tecnico e ha rotto col Psg, ma costa almeno 7 milioni e forse vorrebbe più soldi di Melo, che aspetta solo una chiamata per riabbracciare Mancini. Il brasiliano è pronto a dimezzarsi l’ingaggio - da 6 a 3 milioni - e il Galatasaray per il cartellino non chiederebbe più di 4 milioni. In settimana sono attesi sviluppi importanti, anche perché su Melo rimane forte il pressing del Siviglia". 

Sezione: Focus / Data: Lun 22 Giugno 2015 alle 08:45 / articolo letto 24267 volte / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni