Anche quest'anno ci sarà da sistemare i conti entro la fine di giugno con le ormai solite plusvalenze. Secondo la Gazzetta dello Sport, l'Inter dovrà necessariamente incassare una cifra tra i 30 e i 40 milioni per mettere a posto i conti e poi essere definitivamente libera dal settlement agreement. Ancora una volta in aiuto potranno arrivare i giovani, ma basterebbe una cessione di un big per chiudere il discorso. E i nomi di Ivan Perisic e Mauro Icardi sono ovviamente quelli più gettonati in tal senso.

In caso di rallentamenti per l'uscita di uno dei due, invece, riecco la scappatoia già utilizzata in passato. E stavolta l'arrivederci al nerazzurro potrebbero darla elementi giovani ma già di grande spessore come Zinho Vanheusden, Yann Karamoh, Ionut Radu e Andrea Pinamonti. "Vanheusden, legato ai nerazzurri con un contratto sino al 2022, sta giocando una stagione da protagonista allo Standard Liegi, tanto che la lega l’ha candidato al premio di «migliore matricola» dell’anno - sottolinea la rosea -. L’Inter ritiene il 19enne centrale belga già pronto per la prima squadra, ma l’arrivo di Diego Godin dall’Atletico e il fresco rinnovo di Ranocchia riducono sensibilmente gli spazi: ecco perché in caso di necessità di cash entro fine giugno il club potrebbe anche essere spinto a sacrificarlo, magari studiando con lo stesso Standard una formula che possa fare guadagnare i nerazzurri. Un altro nome che può servire alla causa plusvalenze è quello di Yann Karamoh, ora in prestito al Bordeaux. La stagione del 20enne esterno francese è stata tutt’altro che lineare: dopo avere iniziato bene, e molto spesso da titolare, Yann, legato all’Inter sino al 2021, è stato sospeso per motivi disciplinari ed è poi tornato stabilmente in squadra. Giocare l’Europeo Under 21 da protagonista quest’estate potrebbe far crescere il suo peso sul mercato. Anche Ionut Radu ha mercato: se l’Inter riscatta il 21enne romeno dal Genoa a giugno dovrà versare a Preziosi 15 milioni, se posticipa il rientro a giugno 2020 saranno necessari 18 milioni. L’intenzione è di esercitare subito la recompra e visto che a giugno arriverà dal Parma il portiere dell’U20 brasiliana Brazao (parcheggiato per ragioni di passaporto), Ionut potrebbe entrare in qualche trattativa. Così come Andrea Pinamonti, sotto contratto con l’Inter sino al giugno 2021: l’estate scorsa non erano arrivate proposte economicamente interessanti per l’attaccante 19enne, passato in prestito secco al Frosinone nell’ultimo giorno di mercato. Le 25 partite con 5 gol nella prima stagione di A potrebbero valere tanto. E l’Inter, se dovesse averne bisogno, potrebbe monetizzare la sua crescita risolvendo anche grazie a lui la nuova caccia alle plusvalenze".

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - DONNY VAN DE BEEK, IL GRIMALDELLO DEI LANCIERI CHE HA MESSO IN CRISI LA JUVE

Sezione: Focus / Data: Mer 1 Maggio 2019 alle 08:30 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print