Anche senza la disputa dell'Europeo, i gioielli del calcio italiano quelli valorizzati dal ct Roberto Mancini, restano belli esposti in vetrina con le big della Serie A pronti a contenderseli. Nel caso di Federico Chiesa, ad esempio, la Fiorentina ha spiegato alle pretendenti - Juve, Inter, oltre a Chelsea e Manchester United - che non vuole contropartite tecniche ma accetta di fare un piccolo sconto rispetto al prezzo di 70 milioni fissato suo tempo dal patron Rocco Commisso. La società bianconera, invece, continua a proporre contropartite tecniche: l’ultimo è Rugani, scrive la Gazzetta dello Sport. Chi potrebbe avere soldi freschi da investire, invece, è l’Inter che ha fatto cassa con la cessione di Mauro Icardi e potrebbe guadagnarne una quindicina dall'addio di Ivan Perisic.

Chiesa piace a Conte perché può fare sia l’attaccante esterno che la seconda punta, Marotta, però, prima vuole chiudere l'operazione Tonali. Ormai i nerazzurri hanno pista libera visto che la Juve non considera più il regista del Brescia uno degli obiettivi. Resta da limare l’accordo con Cellino: il presidente del Brescia vuole 50 milioni in contanti, ma potrebbe abbassare le pretese se nell'affare venisse inserito il giovane Esposito. Comunque - scrive la rosea - per Tonali in nerazzurro è solo questione di tempo. L’Inter, infine, spera di sistemare la fascia con un altro azzurro, Emerson Palmieri, per il quale presto ci sarà un incontro con il Chelsea. 

VIDEO - ICARDI ADDIO: QUANDO AUSILIO "BLASTO'" WANDA

Sezione: Focus / Data: Lun 01 giugno 2020 alle 08:26
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print