Alle 13.01 di ieri, si è chiusa ufficialmente la storia tra l'Inter e Mauro Icardi. E chi si aspettava un saluto dell'ex capitano ai tifosi nerazzurri è rimasto deluso: nessuna parola di addio, ma soltanto tre post con la maglia dei parigini pubblicati a tarda sera sui social, con tanto di cuori coi colori del club francese. Più loquace, invece, Wanda Nara, la moglie e agente di Maurito: "Felice di realizzare tutti i tuoi sogni. Ora avanti tutta, che ci restano altri sogni da realizzare. Grazie Psg, insieme li esaudiremo".

Al netto delle modalità del divorzio, l’operazione resta comunque molto vantaggiosa per la società milanese: con i 50 milioni incassati, Suning ottiene una plusvalenza praticamente totale, visto che l'argentino è iscritto a bilancio a una cifra di poco inferiore ai 2 milioni. Nell’accordo, inoltre, è stata inserita anche la clausola anti-Juventus, visto che se il Paris Saint Germain decidesse di cederlo, l’Inter incasserebbe altri 15 milioni.

E Cavani? Con questa ufficializzazione è stato spinto ancor di più verso l’uscita. Magari proprio con destinazione Inter. Il Matador - scrive la Gazzetta dello Sport - è infatti la prima opzione di Marotta e Ausilio (che l’ha definito 'un’opportunità' in una recente intervista su Sky Sport) in caso di partenza di Lautaro verso il Barcellona. A Parigi l’ex attaccante di Palermo e Napoli, partito dalla Serie A nel 2013, ha uno stipendio da 12 milioni di euro: l’Inter non vuole salire oltre i 7,5 e bonus di Lukaku ed Eriksen.

VIDEO - ICARDI ADDIO: QUANDO AUSILIO "BLASTO'" WANDA

Sezione: Focus / Data: Lun 01 giugno 2020 alle 08:30
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print