"Marotta vuole un’anima azzurra all’interno dello spogliatoio interista" scriveva questa mattina la Gazzetta dello Sport, proiettata alle strategie di mercato già sul taccuino dei dirigenti interisti che pare avrebbero individuato in Alessandro Florenzi il nuovo innesto per la squadra di Antonio Conte. A parlarne sempre sulle colonne della Gazza è l'ex interista Riccardo Ferri.

Florenzi può ancora rendere stabilmente ad alto livello?
"Gioca in Nazionale e ha dimostrato di essere integro fisicamente, può essere un giocatore determinante". 

Ed è anche un uomo di Conte… 
"Le scelte di Antonio sono chiare: al tecnico piacciono i giocatori molo caratteriali, che si calano nell’ambiente e che riescono a incarnare un senso di appartenenza. Florenzi è un giocatore che dà sempre l’anima e che esce dal campo con la maglia sudata. Conte cerca questo, oltre ai discorsi di natura tecnica e tattica. E l’italianità di Florenzi può essere un fattore". 

L’esperienza al Psg può aver fatto maturare ulteriormente Florenzi?
"Quando giochi in un contesto simile e con giocatori di quel livello, penso a Neymar e Mbappé, non puoi che crescere. Florenzi era un giocatore completo già alla Roma, ma esperienze così fanno salire un altro gradino: in una squadra di livello mondiale e con campioni assoluti si acquisisce sempre qualcosa. E Il fatto che Icardi giochi poco la dice lunga sul valore della rosa". 

Non posso non chiederle cosa ne pensa di Icardi… 
"Non so cosa dire, avrebbe potuto scrivere pagine importanti all’Inter ma è stato fatto un cambio di programma. E la vicenda tra lui e l’ambiente nerazzurro ha oscurato tutto quello che Mauro ha fatto in nerazzurro". 

Florenzi potrebbe vestire la maglia dell’Inter con lo scudetto di fianco al nuovo logo… 
"Si intravedono i colori, ma non sono ancora nitidi. Aspettiamo ancora un po'".

VIDEO - AMARCORD INTER - 16/04/2010: IL SOMBRERO DI MAICON ALLA JUVENTUS

Sezione: Focus / Data: Ven 16 aprile 2021 alle 21:17
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print