"Al Boca stavo andando molto bene, anche se ero una riserva e il titolare era Marcelo Torres. Poi è arrivata l'offerta dell'Inter: non ci potevo credere, è il sogno di ogni ragazzo giocare in un grande club europeo. È stato molto difficile dire di no. Se l'avessi rifiutato, non me lo sarei mai perdonato. Il club lo ha capito e non ha avuto problemi, non ha messo ostacoli". Intervistato da TyC Sports, Facundo Colidio ricorda con queste parole il suo passaggio dal Boca Juniors all'Inter nel 2017.

Prima del trasferimento in Belgio al Sint-Truiden, il classe 2000 era stato vicino al Newcastle: "È reale. Ero molto vicino, ma non è andato a buon fine perché i club non hanno raggiunto l'accordo".

Da bomber argentino, Colidio parla poi del rapporto con Mauro Icardi e Lautaro Martinez: "Si sono comportati entrambi molto bene da quando sono arrivato all'Inter. Ho condiviso concentrazione e allenamento. E sono anche stato in panchina quando Mauro è tornato a giocare. Mi davano molti consigli ogni giorno e mi aiutavano a capire aspetti non banali. E per quanto riguarda il calcio, ho colto l'occasione per guardare i loro movimenti, dato che sono molto timido e temevo a chiedere consigli".

Su un possibile ritorno in nerazzurro, Colidio non si nasconde: "Mi piacerebbe tornare all'Inter a giugno, ma rispetterò la loro decisione. E se vorranno che faccia ancora esperienza, ben venga. Se mi piacerebbe tornare al Boca in futuro? Ho dovuto giocare due volte nella Bombonera, è stato qualcosa di incredibile. Dico sempre che vorrei tornare e realizzare il sogno di giocare nella Bombonera". 

Sezione: Focus / Data: Mar 31 marzo 2020 alle 23:52
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print