Il gol tanto temuto è arrivato: sabato sera, Paulo Dybala ha trafitto la porta dell'Inter (con la grande complicità di Handanovic), aumentando il rammarico di chi lo avrebbe voluto in nerazzurro. E oggi la Gazzetta riavvolge il nastro della storia, scaricando gran parte della responsabilità del mancato arrivo della Joya a Milano su Simone Inzaghi. "L’Inter aveva fatto tutti i passi necessari - si legge -. Il club nerazzurro aveva anche approfondito la questione infortuni a proposito della Joya, peraltro ricevendo risposte rassicuranti in merito. Se allora una domanda c’è, intorno alle parole Dybala e Inter, è la seguente: cosa è mancato? Perché Paulo oggi non gioca nell’Inter? Semplice: perché non tutti i pianeti nerazzurri si sono allineati. E perché per portare a termine un affare simile, la convinzione deve essere totale da parte di tutte le componenti. Nell’Inter così non è stato. Non lo è stato a più riprese, almeno due. La prima, nel mese di giugno: quando si è aperta concretamente la possibilità di portare a Milano Lukaku, lo staff tecnico non ha avuto dubbi, mettendo l’arrivo del belga in prima fila rispetto a qualsiasi altra scelta, Dybala compreso. Ma la storia non si è chiusa lì.

È il 5 luglio, giorno della conferenza stampa di presentazione della stagione nella sede del club. Marotta quel giorno fa capire, ammiccando, che su Dybala l’Inter c’è ancora, c’è eccome. Il tentativo era ancora in corso. Perché a volere Paulo in nerazzurro non era mica solo l’amministratore delegato. Pure il presidente Steven Zhang era favorevole, da ammiratore della Joya, a proposito del quale aveva anche chiacchierato (a più riprese) anche con l’amico Andrea Agnelli. Ovviamente, il via libera di Zhang a quel punto era condizionato all’addio di un attaccante in rosa. E la cessione individuata era quella di Correa. È a quel punto che da Inzaghi è arrivato un freno. Perché l’allenatore ha difeso con forza l’acquisto del Tucu dell’anno prima, l’investimento da 31 milioni di euro. In soldoni: l’allenatore non ha mai spinto per Dybala dichiarandosi convinto della scelta Correa, fiducioso sulla possibilità che l’ex laziale potesse velocemente mostrare le sue qualità".

Sezione: Copertina / Data: Lun 03 ottobre 2022 alle 08:56 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print